Formazione continua: un requisito indispensabile per affrontare le sfide attuali e future

Pubbliredazione su Ticino Economico (15.03.2020) - I regolari aggiornamenti normativi (di tipo contabile, fiscale, commerciale), la costante diffusione della digitalizzazione con il relativo efficientamento dei processi aziendali, i nuovi modelli di business (basti pensare a blockchain e criptovalute), le esigenze sempre più complesse dei clienti e molti altri fattori richiedono al fiduciario un continuo perfezionamento della propria formazione professionale.

I professionisti responsabili sanno bene quanto sia importante restare al passo con l’evoluzione normativa, economica, digitale e disporre delle conoscenze e competenze per rispondere al meglio alle più puntuali e complesse richieste dei clienti.

In ambito contabile non basta più fornire un sempre apprezzato servizio di tenuta della contabilità e allestimento del conto annuale, ma viene maggiormente richiesto da imprenditori e da piccole e medie imprese (PMI) supporto in ambito di budgeting, analisi di bilancio, allestimento di business plan fino alla valutazione dell’azienda.

Altri temi rilevanti per i quali vengono ulteriormente sollecitati i fiduciari sono la gestione dei rischi aziendali, la compliance e il controllo interno, elementi questi che stanno alla base di una buona governance aziendale.
Oltre a ciò le nuove tecnologie, digitalizzazione in primis, comportano l’aggiornamento ed efficientamento dei processi aziendali non solo presso i clienti ma anche presso le fiduciarie stesse. Sempre più si parla di tenuta della contabilità automatizzata grazie alla scansione di fatture, ricevute e avvisi bancari. I software contabili e gestionali diventano ancor più performanti e sostituiscono il personale nello svolgimento dei lavori ripetitivi. Al fiduciario vengono richieste competenze maggiori che diano un valore aggiunto a imprenditori e PMI. Da semplice contabile a CFO esternalizzato che dia un valido supporto nella gestione dell’azienda.

Come non citare poi i cosiddetti nuovi “business model” trainati dalle nuove tecnologie tra cui la blockchain? Come contabilizzare un’Initial Coin Offering (ICO)? Come trattarlo da un punto di vista fiscale? Come valutare le criptovalute in portafoglio? Tutte domande alle quali il fiduciario di oggi deve sapere rispondere evidentemente, senza entrare troppo nei dettagli, vi sono altri temi rilevanti in ambito fiscale, come la Legge federale concernente la riforma fiscale e il finanziamento dell’AVS (RFFA) o in ambito normativo (ad esempio la Legge sugli istituti finanziari e la Legge sui servizi finanziari), tanto per citarne alcuni. Anche questi con evidenti e importanti impatti sulle aziende e, di riflesso, sulle attività dei fiduciari.

Tutti questi cambiamenti che effetto hanno sulla revisione? Anche i revisori, come i fiduciari, dovranno adattare i loro processi aziendali, i loro strumenti di lavoro e, in particolar modo, le loro conoscenze e competenze per poter verificare in modo corretto e accurato la conformità dei processi aziendali e dei conti annuali. Anche in ambito di revisione si parla di revisione automatizzata, di analisi dei dati, di revisione continua e non più a campione. Tant’è che si ipotizza già una possibile evoluzione della professione da revisore dei conti a revisore informatico.
La vicinanza al cliente e le abilità sociali, abbinate a solide conoscenze e competenze specialistiche, non potranno essere sostituite da algoritmi o robot. In futuro verrà quindi chiesto ai fiduciari di combinare in modo ottimale i processi di lavoro digitali con i cosiddetti “soft skill”.

Il Centro Studi Villa Negroni, in collaborazione con le varie associazioni di categoria, ha seguito da vicino l’evoluzione sopra descritta identificando le necessità di formazione evidenziate dalle professioni di riferimento. Ed è questo contesto ricco di mutamenti che ha portato alla nascita dell’area Accounting indi
rizzata in particolar modo a fiduciari, contabili, controller, CFO, direttori amministrativi e revisori e che intende offrire dei percorsi di formazione in ambito contabile e di revisione.

Temi come il diritto contabile con tutte le sue sfaccettature e complessità, le operazioni straordinarie, l’analisi di bilancio, il calcolo degli investimenti, la valutazione aziendale, la revisione limitata e la revisione di casi particolari saranno trattati nel corso dei prossimi mesi da un punto di vista teorico e pratico.
Una formazione continua tempestiva e di qualità potrebbe essere uno dei vantaggi competitivi che permetterà al fiduciario di cogliere le opportunità che si presenteranno in futuro.

Accedi
Carrello
Centro Studi Villa Negroni